Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

mercoledì 19 aprile 2017

Recensione: "Assalto a Villa del Lieto Tramonto" di M. Lindgren


.Assalto a Villa del Lieto Tramonto.
di Minna Lindgren



Grazie alla Casa Editrice Sonzogno, che mi ha gentilmente inviato questo romanzo per la recensione :)

Titolo: Assalto a Villa del Lieto Tramonto
Autore: Minna Lindgren
Editore: Sonzogno
Prezzo di copertina (flessibile): 16,50 €
Voto:   bellissimo

Villa del Lieto Tramonto non è più la stessa. Un avveniristico progetto di teleassistenza, combinato alle stravaganti invenzioni della domotica, ha scombussolato ritmi e abitudini della residenza per anziani alla periferia di Helsinki. Che fare se il frigorifero parlante ripete all’infinito la lista degli alimenti in scadenza? Come intrattenere il robottino da compagnia per evitare la raffica dei suoi stupidi quiz? Tra una partita di canasta e un caffè solubile, sono questi i nuovi argomenti di conversazione di Siiri, Irma e Anna-Liisa, le tre arzille e affiatate amiche che mai avrebbero immaginato – a novant’anni suonati – di doversi difendere dai minacciosi prodigi della tecnica. Da quando il personale in carne e ossa è stato licenziato, gli ospiti del Lieto Tramonto comunicano con l’esterno attraverso sofisticate e irritanti pareti intelligenti, mentre le macchine si occupano di tutto. Ma chi controlla dal cloud questa fredda tecnologia e chi lucra sul suo massiccio impiego? I dubbi si infittiscono nell’impavido e inseparabile terzetto di nonnine dopo la comparsa di misteriosi volontari: si presentano come fervidi credenti, ma la loro ostinazione nel racimolare donazioni in denaro è a dir poco sospetta. Per fare luce sulle loro reali intenzioni serviranno tutto il sangue freddo di Siiri, la spensierata vaghezza di Irma, l’acume di Anna-Liisa... e un inatteso aiuto della cara, vecchia Madre Natura.


Si conclude con questo romanzo la Trilogia di Helsinki, che narra le avventure di tre simpatiche vecchiette. Devo ammettere che quest'ultimo libro è stato il mio preferito. Siiri, Irma e Anna-Liisa abitano ancora alla residenza per anziani Lieto Tramonto, ma niente è come prima. La tecnologia ha preso il posto degli esseri umani e per loro è diventato tutto più difficile.

Il punto forte di questi romanzi è certamente la capacità di raccontare la vecchiaia in modo serio ma con molta ironia, sdrammatizzando anche nelle situazioni più critiche. Un equilibrio che l'autrice ha trovato già nel primo romanzo e che è riuscita a mantenere fino all'ultima pagina della trilogia, cosa che ho apprezzato tantissimo.

Continuiamo ad affrontare temi già trattati nei romanzi precedenti, però da diversi punti di vista, come lo stare al passo con la tecnologia, la morte, l'importanza di avere qualcuno accanto. Anche questa è una cosa che ho apprezzato molto, il riuscire a non essere ripetitivi raccontando una storia del genere.

Non mi sono mai annoiata e mi dispiace molto che le avventure di Siiri e delle sue amiche si siano concluse.

Anche stavolta la copertina è uno dei punti forti. Dettagliatissima, perfetta per il contenuto del libro e con un'illustrazione meravigliosa <3

Consiglio l'intera trilogia :D

Nessun commento:

Posta un commento