Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

venerdì 24 ottobre 2014

Recensione: "Jane Eyre" di C. Brontë


.Jane Eyre.
di Charlotte Brontë

Titolo: Jane Eyre
Autore: Charlotte Bront
ë
Editore: Mondadori

Collana: Oscar classici
Prezzo di copertina (flessibile): 10,00 €

Voto: perfetto



Molte delle esperienze dell'autrice ricorrono nei romanzi che scrisse, dei quali "Jane Eyre" è il più celebre. Jane, esplicito alter ego della scrittrice, dopo anni di stenti e di solitudine, diventa istitutrice presso la famiglia Rochester. Il cinico padrone di casa è conquistato dalla personalità della ragazza. Ma quando scopre che la moglie di Rochester, creduta morta, è ancora in vita, prigioniera della pazzia, Jane fugge abbandonando l'uomo che le aveva chiesto di sposarlo. Sarà un enigmatico presentimento a farla tornare indietro e a preparare lo sviluppo finale del romanzo.

Non vorrei chiamarla recensione, perchè mi sento tremendamente inadeguata nel parlare di questo romanzo. Vorrei chiamarlo "commento", oppure "impressioni".
Uno dei motivi per cui non recensisco i classici, è che non credo che le persone abbiano bisogno del mio punto di vista su romanzi che come "Jane Eyre" sono pilastri della letteratura.
Però due parole su questo capolavoro devo proprio dirle.
Ho letto per la prima volta il romanzo quando avevo circa quindici anni, e me ne sono innamorata, anche se forse a quell'età non l'ho compreso appieno. Adesso che l'ho riletto a 23 anni, è inutile dirvi che me ne sono innamorata un'altra volta :P
Ho provato a leggerlo con calma, di leggere solo poche pagine al giorno, ma è stato davvero difficile perchè mi ha catturata subito e lo stile coinvolgente mi ha tenuta incollata alle vicende della giovane Jane.
Piuttosto che parlarvi della trama, di quello che succede o del rapporto tra i personaggi, vi consiglio semplicemente di leggerlo.
Dirò solo due parole sulla protagonista.
Adoro il modo in cui Jane mette sempre in discussione se stessa e la sua posizione. Si può dire che "sa qual è il suo posto", si rende conto che è una "donna comune", non una regina, e vuole comportarsi di conseguenza, vuole comportarsi con onore. Ma se è vero che riflette sempre molto bene su come è giusto comportarsi nei riguardi degli altri, è anche vero che la sua priorità è il rispetto di se stessa e dei propri desideri.
C'è una parte molto bella in cui è in lotta con se stessa, perchè sente che è giusto lasciare Roschester, ma allo stesso tempo non vorrebbe, perchè sarebbe doloroso per lei e anche per lui. In questo caso Jane si chiede a chi mai importerebbe delle sue azioni ingiuste, dato che non ha legami al di fuori del signor Rochester. E la risposta che si dà un istante dopo, è che a lei importerebbe. E' lei per prima a preoccuparsi di se stessa e a volere ciò che è giusto per sè, a volere il meglio per sè.
Trovo che questo personaggio abbia una forza d'animo invidiabile, e resterà sempre uno dei miei preferiti. 



13 commenti:

  1. Bellissimo! Adoro lo stile delle sorelle Bronte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta! :)
      Io in particolare adoro "Jane Eyre" di Charlotte, perchè "Cime tempestose" di Emily non mi è piaciuto :(

      Elimina
  2. Jane Eyre è uno dei miei classici preferiti in assoluto!! Ed a differenza tua io l'ho letto a 22 anni e mi sono subito innamorata dello stile della Bronte, ma soprattutto di Jane! Una protagonista normale ma anche forte e risoluta... quante volte leggiamo di ragazze e donne che per amore fanno cose che non avrebbero mai fatto o cambiano modo di pensare e agire? Invece Jane è salda come una roccia, ma non per questo non ama Rochester, anzi proprio per quello non può disonorare se stessa e lui. Bellissimo!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, la cosa che preferisco di tutto il romanzo è proprio l'integrità di Jane, è qualcosa che tutti dovrebbero prendere come esempio :)

      Elimina
  3. "Jane Eyre" è uno dei classici della letteratura che adoro, l'ho letto uno o due anni fa, ma intendo rileggerlo al più presto :) inoltre trovo che Jane sia un ottimo esempio di donna seria, forte, coraggiosa e onesta! Bellissimo personaggio, caratterizzato alla perfezione. E ottima recensione :)

    Passa a trovarmi sul Libro Incantato, se ti va!
    http://illibroincantatodigiorgia.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giorgia <3

      Conosco già il tuo blog, lo seguo :) ma non commento quasi mai ç_ç anche se ti leggo volentieri xD la mia pigrizia è proverbiale, ma sto cercando di cambiare! u.u sicuramente comincerai a vedermi in giro per il tuo bellissimo angolino :)

      Elimina
  4. Letto e "recensito" da pochissimo! Concordo con te, un super classico che si può solo elogiare!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passo subito a leggere la tua recensione, sono curiosa di leggere il tuo parere, anche se adesso so già che lo apprezzi come me ^_^

      Elimina
  5. Concordo su tutto, soprattutto su Jane ❤️ un personaggio che adoro, forte e sensibile allo stesso tempo ❤️ Mi sono innamorata di questo classico la prima volta che l'ho letto, e me ne sto rinnamorando adesso ❤️ Il classico che preferisco*-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' anche il mio classico preferito <3

      Elimina
    2. Un'altra cosa in comune *-* ❤️

      Elimina
  6. Anche io ho amato da morire questo libro! Uno dei miei preferiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è impossibile non amarlo <3

      Elimina