Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

mercoledì 9 settembre 2015

I Luoghi della Letteratura #3 - Charles Dickens Museum [museo] {Londra}

[.In questa rubrica parlerò di luoghi legati in un modo o nell'altro alla letteratura. Si tratterà solo di luoghi che ho visitato personalmente, vi mostrerò quindi foto scattate da me e commenterò con gli appunti che ho preso sul posto, citando la fonte in caso contrario.]


La prima tappa londinese di cui vi parlerò sarà il...
CHARLES DICKENS MUSEUM


Io e Sassy siamo state molto fortunate, perchè l'albergo in cui abbiamo alloggiato era proprio vicino al Museo dedicato a Charles Dickens <3
Purtroppo le foto non sono granchè, perchè abbiamo macchine fotografiche economiche :P e perchè non potevamo usare il flash.
Per l'articolo mi farò aiutare dal sito ufficiale e spero di non dimenticare niente :D



In questa casa, che si trova al 48 di Doughty Street (a Londra, naturalmente), Dickens ha vissuto dal 1837 al 1839. Qui sono nate due delle sue figlie ed è tra queste mura che Charles ha scritto Oliver Twist e Nicholas Nickleby.


Tra i vari curatori del Museo ci sono Mark Dickens, che è un pronipote dello scrittore, e Giuseppe Albano, che è stato curatore e direttore della Keats-Shelley House a Roma.

Ecco qualche foto:







Durante la nostra permanenza era in allestimento una mostra temporanea dedicata a Il mistero di Edwin Drood, l'ultima opera incompiuta dell'autore, pubblicata postuma nel 1870. Trovate altre informazioni qui. Per "risolvere il mistero" di questo romanzo, in quasi ogni stanza della Casa-Museo c'erano delle targhette che ti chiedevano di trovare degli indizi. Io e Sassy ci siamo divertite un sacco a cercarli, anche se erano abbastanza facili :P 

Altre foto:






Scritte sui muri! 





[Cliccate sulle foto per vederle meglio]

L'ombra di Dickens ci ha accompagnato per tutta la casa:

A questo tavolo Dickens si intratteneva con altre personalità dell'epoca. Quando ti avvicini al tavolo, parte un effetto sonoro che riproduce il vociare di un gruppo di persone *_* passando vicino ad una finestra, invece, parte un effetto sonoro che riproduce rumori di carrozze di passaggio in strada :D





Concludiamo con una foto della cantina (con tanto di topolino, anche se non si vede bene :() 

Per noi è stato meraviglioso poter visitare questo luogo ricco di storia e di letteratura, che è anche gestito benissimo e tenuto in magnifiche condizioni. 
Voi ci siete stati? Vorreste andarci? :)



18 commenti:

  1. Meraviglia *___*
    Quando andrò a Londra, sicuramente sarà una delle mie tappe <3.<3

    RispondiElimina
  2. Fantastico *O* Le scritte sui muri e l'ombra sono geniali. E la tavola con gli effetti sonori, poi??? :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli effetti sonori sono stata una delle cose più belle, ti sembra davvero di tornare indietro nel tempo per qualche minuto! *_*

      Elimina
  3. Bellissimo :) non sapevo ci fosse il Museo di Charles Dickens *___* autore che amo soprattutto per "le avventure di Oliver Twist" <3 grazie per le bellissime foto e le informazioni interessanti! Quando andrò a Londra, di sicuro sarà una tappa obbligatoria :D

    RispondiElimina
  4. Ciao! :) Mamma mia che meraviglia!!!! *__*
    Complimenti per il post, è davvero interessante! :)
    Non sono mai stata a Londra, anche se mi piacerebbe tantissimo andarci, ma per ora mi accontenterò di aggiungere questo museo alla lista di cose da visitare! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissima, vorrei viverci *__*
      Grazie per i complimenti ^_^

      Elimina
  5. Sembra bellissimo! *.* Peccato che non ho ancora letto niente di Dickens, devo assolutamente rimediare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio eco alle parole di Olga, visto che neppure io ho mai letto nulla di Dickens! :D
      Il museo a lui dedicato sembra comunque un luogo intriso di magia, perfino per una profana dei suoi lavori come me! *____*

      Elimina
    2. E' verissimo!! *__* bisogna fare una gitarella tutti insieme u.u

      Elimina
  6. Ma che figata*-* Mi piacerebbe moltissimo andarci, sempre se un giorno andrò a Londra! :D *-* <3

    RispondiElimina
  7. Io ho vissuto due mesi a Londra e da grande fan di Dickens è stata la mia fissa sin da subito e non sai quanto mi sia dispiaciuto non essere riuscita ad andare c.c

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che peccato :( dai, sicuramente ci sarà un'altra occasione! :D

      Elimina